TRYP Madrid Atocha Hotel **** -   Madrid

  • Prenotazioni
    • Germania 01802 12 17 23
    • Regno Unito 0808 234 1953
    • Francia 0800 919 130
    • Italie 800 788 333
    • Portugal 800 83 40 38
    • Olanda 0800 022 8608
    • altri paesi
    • Germania 0800 808 8300
    • Regno Unito 0800 021 1649
    • Francia 0800 919 130
    • Italie 800 089 854
    • Portugal 1 800 502 220
    • Olanda 0800 022 8608
    • altri paesi

Mappa della posizione

Calle de Atocha, 83
Madrid 28012
Spagna

Tel: (34) 91 3300500Fax: (34) 91 4201560

tryp.atocha@melia.com

COORDINATE:

N +40º 24' 41.61" / W -3º 41' 51.39"

HomeHotels a SpagnaHotels a MadridTRYP Madrid Atocha Hotel ****

Percorso per la Latina e il rastro – TRYP Madrid Atocha

¡Benvenuti a  Madrid!

Mi chiamo  David Pérez e sono uno degli esperti del  TRYP Atocha.

Questo percorso è uno dei miei favoriti ed è quelo che io farei se fosse la prima volta che visito Madrid. Il quartiere LA LATINA, forma parte della zona centro e occupa gran parte della chiamata Madrid degli austriaci.

Plaza Mayor

Se esci dalla porta dell’hotel, vai verso destra e continui tutta la strada Atocha fino alla fine arriverai alla Plaza Mayor (anticamente chiamata Plaza del Arrabal). Le origini di questa piazza risalgono al XV secolo, dove si celebra il mercato principale della Villa. Nel centro della piazza si trova una statua equestre di Filippo  III del 1848. Ti consiglio di dare un giro per la Piazza e i suoi portici ed uscire  dall’arco  Cuchilleros (il più famoso dei nove). L’altezza di questo arco è dovuta al grande dislivello che cè tra la piazza  Mayor e la Cava de San Miguel. Quando scendiamo per le sue scale possiamo trovare il ristorante più antico del mondo, risale al 1725, concosciuto come “Sobrino de Botín”.

Piazza Puerta Cerrada e piazza della Paja 

Se lasciamo a destra il citato ristorante e scendiamo per la strada Cuchilleros, troviamo numerosi ristoranti e bar fino arrivare alla Porta Cerrada, piazza presidiata da una croce di pietra del 1738. A destra si può osservare la cupola della Colegiata de San Isidro, tempio cattolico che è stata una cattedrale provvisoria fino a quando non è stata terminata la Cattedrale dell’Almudena nel 1993. La Piazza Puerta Cerrada è formata dalla intersezione delle vie  Cava Baja, Nuncio, Segovia, Cuchilleros, San Justo, Latoneros e  Gómez Mora. Se lasci la Piazza Puerta Cerrada alle tue spalle e prendi la via Nuncio, arrivi alla  Costanilla di San Pedro e da lì alla Piazza Los Moros che , insieme alla piazza Pajae la piazza della  Cebada, formano il centro nevralgico della Madrid degli Austriaci. Se scendi verso la Piazza della Paja in fondo potrai osservare la Chiesa di San Andrés e il giardino del Principe di Anglona, una delle poche mostre di giardini nobili del  XVIII secolo. Se prendi la strada San Francisco arrivi alla Reale Basilica di San Francesco il Grande.

Via Segovia

A destra del Giardino del Principe di Anglona, percorri la via e arrivi alla via Segovia e se giri a sinistra vedrai di fronte l’impressionante ponte di Segovia, monumento rinascimentale dell’architetto Juan de Herrera. Se continui verso il basso fino a stare sotto a questo a sinistra c’è una strada che porta alle Vistillas, dove potrai contemplare un bellissimo panorama della città o incluso riposarti e goderti il tramonto. Da qui si può attraversare il ponte di Segovia dall’alto e arrivare alla Cattedrale della  Almudena, al Palazzo Reale e ai Giardini Sabatini.

Se attraversi la via Bailén arrivi al Palazzo di Oriente e al  Teatro Reale. Una volta raggiunto il teatro Reale prendi la strada Arenal fino a trovare la via  Fuentes che ci porta di nuovo alla Plaza Mayor attraversando Cuchilleros. All’inizio di questa strada, nel lato sinistro merita la pena una fermata al Mercato di San Miguel, per poter stare in un ambiente castigliano e provare alcune tapas tipiche.

Il Rastro

Qualsiasi domenica mattina e i giorni festivi , potrete godervi questo mercatino castigliano madrileno, le cui origini risalgono al XIX secolo e parte oggi giorno dalle strade dalla piazza Cascorro fino alla zona dei dintorni della Ronda de Toledo. Il Rastro invita a rilassarsi e godersi l’ambiente, potrai comprare qualsiasi tipo di mercanzia, ad eccezione di quelle commestibili e animali. Si accede con molto facilità visto che si trova vicino alla Plaza Mayor e si può arrivare a piedi dalla Puerta del Sol o con la Metro, nella fermata La Latina o Puerta de Toledo.

DOVE MANGIARE

Nella zona, dove vuoi, visto che è piena di piccoli bar, locali e risotoranti per tutti i gusti. Nella via  Cuchilleros ci sono i ristoranti di sempre, le tapas nella Cava Baja e la Cava Alta (molto consigliato). In piazza Mayor si può mangiare il famoso panino di calamari e distinti piatti e tapas. E per una buona paella e un’attenzione squisita il Ristorante El Arrozal in via  Segovia, 13 e per mangiare il miglior agnello al forno di Madrid, La posada de la villa.

QUALCOSA DA SPIZZICARE

In via Nuncio si trova il ristorante  El Madroño un luogo che ci riporta alla  Madrid di un tempo con i  “chulapos” e le “chulapas”. Ambiente molto gradevole.

PRENDERE UN DRINK IL POMERIGGIO E LA SERA

Nella Piazza Paja, un luogo dove il fine settimana invita a rimanere seduto nelle sue diverse terrazze e soprattutto godersi un posto come EL DELIC famoso per i suoi mojitos e per la varietà delle sue deliziose torte.

Prenota la tua camera

Totale:
Camere:
Adulti
Bambini